Updated
2011-03-08

Swedish version
   

Clicca per la versione italiana

Calf Tail
By Agostino Roncallo

  The color I see better at dusk is yellow; when darkness falls, though I did not fly with yellow wings, I can stop fishing.

  The calf's tail dyed yellow is for me the greatest visibility, so my flies for the Coup de soir have wings in this type of hair.

  The assembly of the wings of calf tail hair is not demanding, just a little laborious.

  Over time, I became impatient, when I start to build a fly I wish I had already finished, so the time needed to mount the calf hair wings on fly weighed on me.

  I thought that with the time needed to mount those wings I could build a whole imitation and put up a fly made up mostly of hair calf.

Here's how to tye it.

1. Near the eye of a grub hook fix five pheasant tail beards.

2. Above these fix a bunch of hair of the calf tail.

3. Above the bunch of hair, fix three or four other pheasant tail beards.

4. Fix the beards with the tips pointing toward the eye, behind back of these protruding over the eye and start to wrap the assembly thread around the pheasant beards and the calf tail hair.

5. When I reach the length of the extended body, turning back, crossing the coils of assembly thread with those wrapped above. Joint near the wing, I stop, cut surplus of beards and hair from extended body, leaving two or three tails beards in imitation of tails and cross assembly thread around the base of the hairs bunch for to get a vertical wing.

6. Fix beside wing a short section of thread and a cock's hackle.

7. Wrap around the wing and the thread, which raises vertically, the cock's hackle in position parachute and fixed near the hook eye.

8. Down the thread and fix next eye. The thread blocking the coils of cock hackle that could to slide way spring up, because the calf hairs are slippery.

  Even the pheasant tail barbs are attached above and below the extended body to anchor the coils of thread wrapped around the extended body that otherwise would slip on the hair calf.

  Of course, you can use as an alternative to other barbs pheasant, for example on heron, depends on the color of hair you use and what you want to imitate.

By Agostino Roncallo 2011 ©

 

 

To get the best experience of the Magazine it is important that you have the right settings
Here are my recommended settings

Please respect the copyright regulations and do not copy any materials from this or any other of the pages in the Rackelhanen Flyfishing Magazine.

© Mats Sjöstrand 2011

If you have any comments or questions about the Magazine, feel free to contact me.

Webmaster
Mats Sjöstrand, Sweden

Please excuse me if you find misspelled words or any other grammatical errors.
I will be grateful if you contact
me about the errors you find.

 

Versione Italiana:

Coda di vitello
Di
Agostino Roncallo

  Il colore che vedo meglio all’imbrunire Ŕ il giallo; quando cala la sera, se non ho mosche con ali gialle, posso smettere di pescare.

  La coda di vitello tinta gialla rappresenta per me il massimo della visibilitÓ, quindi le mie mosche per il Coup de soir sono dotate di ali in peli di questo tipo.

  Il montaggio delle ali di peli di coda di vitello non Ŕ impegnativo, Ŕ solo un poco laborioso.

  Col tempo, sono diventato insofferente, quando inizio a costruire una mosca vorrei averla giÓ finita, per cui, il tempo necessario per montare sulla mosca le ali in pelo di vitello, mi pesava.

  Pensai che col tempo necessario per montare quelle ali ci potevo costruire una intera imitazione e misi a punto una mosca composta per la maggior parte di pelo di vitello.

Ecco come la costruisco:

1. Vicino all’occhiello di un amo grub, fisso cinque barbe della coda del fagiano.

2. Sopra a queste fisso un ciuffetto di peli della coda del vitello.

3. Sopra al ciuffetto di peli fisso altre tre o quattro barbe della coda del fagiano.

4. Fisso le barbe con le punte rivolte verso l’occhiello, rovescio indietro la parte di queste che sporge oltre l’occhiello ed inizio ad avvolgere il filo di montaggio intorno alle barbe di fagiano e ai peli di vitello.

5. Quando raggiungo la lunghezza del corpo extended, torno indietro incrociando le spire di filo di montaggio con quelle avvolte in precedenza. Giunto accanto all’ala, mi fermo , recido le eccedenze di barbe e peli del corpo extended, lasciando due o tre barbe ad imitazione delle code ed incrocio il filo di montaggio intorno alla base del ciuffetto di peli per verticalizzarlo.

6. Fisso accanto all’ala un breve tratto di filo ed una hackle di gallo.

7. Avvolgo intorno al ciuffetto di peli ed al filo, che sollevo verticalmente, la hackle di gallo in posizione parachute e ne fisso l’estremitÓ accanto all’occhiello dell’amo.

8. Abbasso il filo e lo fisso accanto all’occhiello. Il filo blocca le spire della hackle di gallo evitando che possano allentarsi a modo di molla verso l’alto, essendo i peli della coda del vitello scivolosi.

  Anche le barbe di coda del fagiano fissate sotto e sopra il corpo extended servono ad ancorare le spire di filo di montaggio avvolte intorno al corpo extended che altrimenti scivolerebbero sui peli di vitello.

  Naturalmente, si possono usare altre barbe in alternativa a quelle di fagiano, per esempio quelle di airone, dipende dal colore dei peli che si utilizzano e da cosa si vuole imitare.

Di Agostino Roncallo 2011 ©